Fauna selvatica: una risorsa che può essere messa a frutto dal punto di vista economico attraverso una gestione sostenibile e intelligente

 

 

La Wildlife Economy, questo il tema dell’incontro che si è tenuto martedì 12 Aprile 2016 a Roma nella Sala Aldo Moro di Palazzo di Montecitorio.

Montecitorio

 

Dopo la presentazione in anteprima ad EXPO 2015 e varie incontri sul territorio Bernardino Ragni, biologo dell’ambiente, ha presentato alla Camera dei deputati Continua a leggere

LXIV  settimana di studi del Centro Italiano di Studi sull’ alto Medioevo: Monachesimi d’Oriente e d’Occidente  nell’alto Medioevo

 

CIMG4178

Dal 31 marzo al 6 aprile 2016 si è tenuta in Spoleto la LXIV settimana di studi internazionali dedicati all’alto Medioevo  curati dal CISAM, acronimo del Centro  Italiano di Studi sull’Alto Medioevo nato nel 1952 dalla fantasia e intraprendenza del professore Giuseppe Ermini e finalizzato alla promozione storica e culturale  della Spoleto longobarda , non che degli studi inerenti all’alto Medievo. E come da tradizione, anche quest’anno  si è inaugurato il Continua a leggere

Il periodo parigino di William Tode ( 1955/58): prodomi e sviluppi di un sentiero ininterrotto

Prima che New York e l’America prendessero negli Anni 50 il sopravvento, fu Parigi la capitale dell’arte del Novecento. La Ville Lumière tra le due guerre era una sorta di fucina di movimenti e di idee, vide artisti di tutto il mondo accorrervi per capire le nuove forme e i nuovi linguaggi che Picasso, Ray, Léger, Modigliani, Dalí andavano sperimentando. A questo irripetibile crogiuolo di creatività è dedicata la mostra «Gli anni folli», che mette in vetrina la città ombelico delle avanguardie artistiche e letterarie fra ritorni all’ ordine, eredità cubofuriste, astrattismi e surrealismo (i movimenti che hanno segnato il «Secolo Breve» videro dopo gli Anni 30 gli «opposti ostracismi» del nazismo e dello stalinismo.

Ho posto volutamente, ad apertura di questo saggio critico dedicato a William Tode  e al suo periodo parigino che va dal 1955 al 1957, questa citazione tratta  da La stampa circa  la mostra che si è tenuta a Ferrara, presso il palazzo dei diamanti  a cavallo del 2011/2012 e intitolata Gli  anni  folli: La  Parigi  di  Modigliani, Picasso  e Dalì  (1918-1933). Volutamente appunto perché William Tode Continua a leggere

Maria Grazia Massacesi:  Nell’anima in-scrivere vie

 

  1. Terra alla terra, polvere- eppure/ospiti minimi dell’aria , esili/ nell’alta trasparenza. So che un fuoco
  2. sgretola il profondo, sale/lo attraversa , cerca/vie cedevoli di vita e poi/conquista a poco a poco/ ciò che ancora  limita il suo mondo-ed io
  3. così vorrei d’ogni parvenza , / d’ogni gelo, d’ogni cosmica/polvere dispersa, o lucente/ icona del mio Dio.

( Lorenzo Gobbi, Terra e fuoco )

  1. Con questi versi di Lorenzo Gobbi, intitolati Terra e fuoco e pubblicati da Enzo Bianchi, curatore dell’antologia Poesie di Dio ( Torino, Einaudi, 1999) introduco questo breve scritto critico dedicato alle icone di Maria Grazia Massacesi:  versi apparentemente statici,  ma in realtà sufficientemente profondi e stimolanti domande di senso  per  aprire varchi sul mistero di Dio; stessa condivisa istanza per comprendere un artista che scrive le icone. Le icone non si dipingono ,  infatti si scrivono come le sacre parole contenute nella Bibbia e vanno ascoltate nei silenzi che i soggetti, ivi rappresentati, impongono nella loro e propria stasi metafisica. Vanno ascoltate anzitutto dall’artista che per  scriverle   è chiamato a fare pulizia dentro di sé in una lettura orante della Bibbia, fonte principale dei soggetti raffigurati.

Continua a leggere

Il ciclo delle stagioni nelle ceramiche di William Tode

 

Correva l’anno 1896 quando Eugène- Samuel Grasset (Losanna, 1841-Sceaux , 1917), pittore, architetto e illustratore svizzero nonché ideatore del carattere denominato “ grassetto”, perché il nome di detto stilema grafico trae origine proprio dal suo cognome, appunto Grasset, creò per un grande magazzino di Parigi, città in cui Continua a leggere