Spoleto 59 :L’amor che move il sole e l’altre stelle

 

Spoleto 59

Il secondo week-end festivaliero , presso il Teatro S.Nicolò di Spoleto nei giorni 1 e 2 luglio 2016, ha visto la realizzazione dell’oratorio di Adriano Guarnieri intitolato L’amor che move il sole e l’altre stelle , il quale , essendo ispirato al Paradiso di Dante Alighieri, conclude un trittico , originato dall’Apocalisse di San Giovanni, iniziato con  Pietra di diaspro ( 2007) e Tenebrae ( 2010); trittico la cui regia è stata curata da Cristina Mazzavillani Muti.L'amor 2 Trattasi di uno spettacolo complesso ove l’impianto tipicamente barocco, dato da una ricerca vocale atta a richiamare i castrati nel concertato di soprano ( Sonia Visentin), contralto ( Claudia Pavone) e controtenore ( Carlo Vistoli); da una disposizione stereofonica dell’orchestra, celata nelle quinte teatrali; e anche dal fatto di essere un oratorio, va a sposarsi in armonie tipicamente d’avanguardie e in videoproiezioni multiple. Continua a leggere